mercoledì 14 maggio 2014

Come guadagno da una #APP?




E' iniziata la moda o comununque la tendenza che tutti voglio pubblicare la propria APP nei marktplace di smartphone e tablet. Ma da dove si guadagna? Quali sono le fonti che ci permettono appunto di guadagnare?

Di seguito alcuni suggerimenti:

  1. Totalmente gratuita, in questa ipotesi, si potrà guadagnare da una certa visibilità che altrimenti non si avrebbe. E' il caso dell'azienda che ci vuole essere a tutti i costi nei marktplace ed offrire un servizio ai propri clienti/utenti;
  2. A pagamento, cioè il download con onere, qualche decimo di euro per ogni utente che scarica l'APP; In questo caso sicuramente l'azienda dovrà essere in grado di offrire un vero servizio a tutti coloro i quali si scaricano l'APP. 
  3. Advertising (basato sulla pubblicità): iscrivo la mia APP a uno dei tanti network di pubblicità (AdMob di Google o iAd di Apple). Quindi, ogni volta che l’utente cliccherà sul banner della mia APP, avrò un un piccolo guadagno. 
  4. Freemium: metto a disposizione una prima versione della mia App gratuitamente, mentre per usufruire di alcuni servizi, l’utente dovrà pagare un certo importo; Questa potrebbe essere un scelta ottimale in quanto permettiamo all'utente di iniziare a conoscere i nostri servizi base e di far pagare gli altri.


Una cosa è certa. Tutti devono pubblicare la propria APP nei marketplace degli smartphone, non perchè è una moda ma per necessità di business.

mercoledì 7 maggio 2014

Perchè una #APP



La domanda che tutti oggi si fanno è: perchè creare un'APP per la propria attività di business? Che sia una azienda industriale o commerciale o di servizi poco cambia, ma anche se parliamo di una grande o di una piccola azienda le cose non cambiano, ma anche se consideriamo i profesionisti di ogni settore. Tutti devono chiedersi: perchè devo farmi creare la mia APP personalizzata?

Oggi, la comunicazione d'impresa è sempre più #multicanale, quindi ci si avvale anche dell’utilizzo di strumenti della telefonia mobile, dispositivi che per essere sfruttati al massimo hanno necessità di applicazioni per iPhone, per smartphone, per tablet Android. In questo modo avrete la possibilità di essere ovunque e sempre disponibili sulla rete, ma anche di essere trovati facilmente.
Volendo analizzare i seguenti dai, emerge che il futuro sarà sempre più #mobile:

IL FUTURO IN ITALIA (i dati seguenti sono in continuo cambiamento)

· 37 mln di smartphone in Italia

· 34% di persone che utilizzano uno smartphone

· 10 mln di Italiani che quotidianamente scaricano almeno un app.

· Il 50% lo a acquistato nel 2011

· 2012 - 30 mld di App. Scaricate

· 2014 - Più navigatori internet mobile che pc

· 2015 - Più smartphone che pc

Questi nuovi strumenti (devices mobile) sono ideali per comunicare in maniera intereaativa con i vostri clienti e potenziali clienti. 

Siamo in grado di proiettare l’immagine della vostra azienda in un prossimo futuro, in quanto si pensa che per il 2015 più di un terzo dei consumatori utilizzerà un tablet/smarphone. I vantaggi che derivano dal suo utilizzo sono tanti perché è possibile abbattere i costi di stampa e di distribuzione e si può migliorare il livello di interazione tra la vostra azienda ed i potenziali clienti mediante l’uso di foto, video, audio testi e tanto altro.
In particolora la vostra APP potrà essere utilizzata oltre dai vostri clienti finali anche dal TRADE e/o rete vendita che accedendo con una user ed un password potranno accedere a delle informazioni riservate, come prezzi riservati, disponibilità di magazzito, offerte speciali, etc.

Il punto di forza di una APP è di FIDELIZZARE i propri clienti.

Il mercato del Mobile è ad oggi diviso in come segue modo:
iPhone – La piattaforma più completa ed aggiornata. Un'app pubblicata sull'App Store è visibile a milioni di utenti e potenziali clienti. Rappresenta circa il 25% del mercato smartphone.
iPad – Il paradigma dei tablet è la nuova frontiera dell'editoria digitale. Ad oggi occupa il 18% del mercato dei Tablet
Android – Il sistema operativo "open source" di Google; è la piattaforma più diffusa. Rappresenta circa il 45% del mercato.

Secondo la nostra esperienza è consigliabile sviluppare un’app che sia utilizzabile sia per il mondo Apple per il mondo Android in modo da coprire almeno il 70/80% del mercato. Farla solo per il mondo Apple sarebbe forse ad oggi troppo limitativo.
Riassumendo, ecco 10 motivi per avere un App:
1. Per essere ovunque (mobile)
2. Per essere trovati (gli app store sono i nuovi motori di ricerca, quindi dei veri nuovi mercati di business)
3. Per il positioning (trasmette l'immagine di un Brand al passo con i tempi)
4. Per essere pronti al futuro (nel 2015, il 45% dei consumatori possiederà una tablet e oltre 90% possiderà una smartphone)
5. Per essere dove ci sono le persone (social networking in grande crescita su mobile)
6. Per fidelizzare i propri clienti
7. Per risparmiare (eliminazione dei costi di stampa e di distribuzione)
8. Per imparare (tutorial, schemi di montaggio, formazione, help,…)
9. Per essere interattivi (foto, video, audio testi, interazioni, game,…)
10. Perché siamo in grado di realizzare una APP interattiva quindi dinamica e non statica come fanno ancora oggi tanti pseudi-sviluppatori.

mercoledì 19 marzo 2014

#AndroidWear: il futuro del #mobilemarketing



La rivoluzione del settore dei mobile devices continua inarrestabile la sua corsa, senza fermarsi ed è tutta in salita.
Google annuncia Android Wear, il sistema operativo per gli indossabili.

martedì 18 marzo 2014

I Vantaggi del #MobileMarketing



Oggi i clienti della tua azienda cercano informazioni e contatti tramite smartphone e tablet. L’era digitale sta cambiando nelle sue dimensioni e applicazioni per diventare trasversale, fruibile ovunque, immediato e maneggevole.


I Vantaggi del Mobile Marketing:
Alta penetrazione: oltre il 90% della popolazione italiana ha sempre con sé un telefonino connesso ad internet, in Italia si contano oltre 80 milioni di contratti telefonici mobili;
Alta rintracciabilità, ogni persona ha con se uno o più telefoni cellulari ogni ora del giorno e possiamo dire della notte;
Geolocalizzazione del messaggio pubblicitario, questo mezzo è l’ideale per pubblicizzare eventi, aperture di nuove attività commerciali, ma anche offerte speciali ecc.

lunedì 3 marzo 2014

Il mio #libro: #MobileMarketingImmobiliare

Dopo un anno di lavoro, ecco finalmente pubblicato il mio primo libro scritto insieme al numero UNO della formazione nel settore #immobiliare (#realestate) in Italia. Devo ringrazio proprio l'amico #SalvatoreCoddetta se oggi ho potuto realizzare un sogno che avevo fin da ragazzino. Grazie Salvatore...


E’ disponibile in libreria il libro:

Un libro per tutti gli agenti immobiliari che vogliono essere al passo con i tempi e desiderano sfruttare le possibilità che le nuove tecnologie mettono a loro disposizione per attrarre nuovi clienti all’interno del loro specifico mercato immobiliare.

Presentazione del libro
Questo libro è rivolto agli agenti immobiliari che vogliono essere al passo con i tempi e desiderano sfruttare le possibilità che le nuove tecnologie mettono a loro disposizione per attrarre nuovi clienti all’interno del loro specifico mercato immobiliare.

* Volete capire come inserire il mobile marketing all’interno del vostro piano di marketing generale?

* Volete scoprire quali sono le strategie e gli strumenti di mobile marketing che meglio si adattano al vostro particolare modello di business immobiliare?

* Volete imparare a intercettare nuovi clienti attraverso le tecniche di mobile marketing ?

* Volete distinguervi dalla concorrenza e ottenere un vantaggio competitivo su gli altri player del mercato immobiliare?

* Volete organizzare meglio il vostro lavoro al fine di aumentare la produzione utilizzando i dispositivi mobile e le loro applicazioni?

Se avete risposto di sì ad almeno una di queste domande, allora dovete assolutamente leggere questo libro!
Esso rappresenta una vera e propria guida per costruire un business immobiliare basato sul mobile marketing. Chiunque lo legga acquisirà conoscenze e competenze preziose per arrivare ad un successo sicuro!

martedì 14 gennaio 2014

#nest acquistata da #google


Il futuro che cambia grazie a #google che ha acquistato #nest ed entra ufficialmente nel mercato della #domotica.

Se oggi, grazie a google che ha contribuito a cambiare il modo di vivere, nel prossimo futuro grazie agli occhiali in realtà aumentata e le applicazioni per la domotica saremo sempre più tecnologici....


lunedì 13 gennaio 2014

I tassi #Usurai applicati non dagli USURAI ma dalle #BANCHE e cioè dagli USURAI autorizzati


Corte di Cassazione n.350 del 2013

La sentenza della Corte di Cassazione n.350 del 2013 ha chiarito definitivamente che, ai fini dell'applicazione dell'art. 644 del codice penale e dell'art.1815 , secondo comma, del codice civile, si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge nel momento in cui essi sono PROMESSI o comunque CONVENUTI con la conseguenza che la sentenza della Corte di Cassazione n.350/2013 permette il recupero integrale degli interessi pagati sui mutui, quando i tassi superano la soglia di usura, nonché il blocco delle procedure giudiziali. Si considera la nullità della clausola contrattuale. Recita infatti l'articolo 1815 sugli interessi: "Salvo diversa volontà delle parti, il mutuario deve corrispondere gli interessi al mutuante. Per la determinazione degli interessi si osservano le disposizioni dell'articolo 1284. Se sono convenuti interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi".

La medesima sentenza ha altresì provveduto a specificare che si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge, a qualunque titolo convenuti e quindi anche a titolo di interessi moratori.

Pertanto per verificare se, il tasso praticato dalla banca sul mutuo è usurario, si devono CONTEGGIARE anche gli INTERESSI DI MORA.

(vedi anche Corte Costituzionale n. 29/2002; Cass. N. 5324/2003)